Tiramisù cherry brandy con ciliegie ed amarene

200 ml di caffè nero forte a temperatura ambiente

6 cucchiai di cherry brandy

16 savoiardi

250 g di mascarpone

300 ml di panna leggermente montata

3 cucchiai di zucchero a velo

275 g di ciliegie mature e dolci, tagliate a meta e private del picciolo

Alcune amarene intere che useremo per guarnire

60 g cioccolato fondente almeno 70% grattugiato

Il tiramisù è una delle preparazioni tipiche della pasticceria italiana. Ciò nonostante rimane sempre uno dei cavalli di battaglia non solo delle nostre madri ma anche di grandi pasticcieri che si cimentano a rivisitare la ricetta classica del tiramisù per innovarla e renderla magari più leggera e compatibile, quindi con le crescenti esigenze di alimentazione sana e povera di zuccheri.

Altra caratteristica del tiramisù è la sua veloce e semplice modalità di preparazione, questo lo ha reso uno dei dolci più amati dalle nostre mamme, nonne e zie abili in cucina che c’è lo hanno sempre proposto, oltre che per la sua bontà, anche proprio per la sua semplice ricetta che si presta anche a belle rivisitazioni.

Prima di iniziare la ricetta consigliamo sempre di disporre tutti gli ingredienti sul piano di lavoro preparati per essere usati così da evitare, non solo di sporcare la cucina ma di impazzire, con le mani magari sporche, a recuperare i vari elementi chiave della ricetta.

Per iniziare, mentre, appunto, sistemate tutti gli ingredienti, preparate un bel caffè rigorosamente con la moka e fatelo anche bello stretto, noi a Napoli amiamo farlo cosi, l’ideale sarebbe utilizzare anche del caffè non dà grande distribuzione e magari macinato fresco, fatelo raffreddare e versate il caffè freddo in una caraffa.

Prendete poi 6 cucchiai di cherry brandy e mescolateli al caffè, in alternativa potete usare anche dell’amaretto o del San Marzano Borsh.

Sistemate sul fondo di un piatto da portata metà dei savoiardi e irrorateli con metà del contenuto della caraffa in cui abbiamo mischiato caffè e cherry brandy.

Mettete il mascarpone in un’altra ciotola e mescolatelo bene con la panna e lo zucchero, magari con l’ausilio di un frullino con fruste strette a bassa velocità finché il composto non sarà omogeneo e cremoso.

Spalmate in maniera uniforme, con un utensile adatto, metà della crema al mascarpone sui biscotti e distribuitevi sopra meta delle ciliegie, che abbiamo precedentemente tagliato a metà e private del picciolo.

Coprite poi con gli altri biscotti, bagnateli con il caffè rimasto e distribuitevi sopra le ciliegie. Completate con il resto della crema spalmandola sempre in maniera uniforme, cospargete con il cioccolato grattugiato, coprite con pellicola trasparente e riponete in frigorifero per almeno 2 ore.

Togliete dal frigorifero, decorate con qualche ciliegia intera e servite.

Come potete vedere dalla foto noi abbiamo preparato il tiramisù anche in bicchiere così da creare delle simpatiche monoporzioni, la preparazione risulta più lunga ed un pizzico più difficile ma il risultato è davvero eccezionale.

Un altro consiglio utile è quello di bagnare i savoiardi intingendoli in un piatto a parte dove avete messo il composto di caffè e cherry brandy prima di riporli nel piatto di preparazione principale, questo piccolo accorgimento, che adoperava sempre mia nonna, vi permetterà di evitare accumulo di caffè e cherry brandy sul fondo del tiramisù cosa che può accadere spesso.

Vi consigliamo inoltre di tirare fuori dal frigo il mascarpone almeno trenta minuti prima dell’inizio della preparazione cosi che sia più facile poi incorporarvi lo zucchero e la panna.

Colpo artistico d’autore sarebbe poi servire il tiramisù da voi realizzato accompagnato proprio da un bicchierino del liquore cherry brandy che abbiamo usato per la preparazione o magari con del buon caffè.

Lascia un commento

I have read the privacy policy and I accept the treatment of my personal data in compliance with the Italian Legislative Decree 196/2003.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.