Farfalle al salmone

300 grammi di farfalle

60 grammi di burro assolutamente da evitare la margarina

150 grammi di salmone tagliato a listarelle

60 grammi di salmone tagliato tipo carpaccio

Olio di oliva quanto basta

Panna da cucina quanto basta

Tabasco quanto basta

Semi di finocchio Un pizzico o comunque quanto basta

Vodka quanto basta

Prezzemolo fresco quanto basta

Ciao a tutti, navigando le nostre ricette ci siamo resi conto di aver dato poco spazio al salmone e soprattutto ad una delle sue più celebri preparazioni: le farfalle al salmone.

Questa distrazione è dovuta alla nostra naturale attrazione per il pesce azzurro: sarde, alici, pesce bandiera, ecc.… pesce preferito dal nostro DNA italiano e soprattutto meridionale.

Nulla in ogni caso da togliere al salmone che con il suo contenuto di omega 3 rimane alimento fondamentale per diversificare la nostra dieta, pesce eccezionale anche per la sua flessibilità in cucina.

Come sempre prima di ogni approcciarci ad una ricetta consigliamo di preparare sul piano di lavoro tutti gli ingredienti così da evitare di impazzire alla ricerca degli stessi, in questo caso, vista la velocità della preparazione della ricetta, potreste addirittura, prima di iniziare, mettere sul fuoco una bella pentola grande con l’acqua che useremo per cuocere la pasta.

Prendiamo una bella padella grande possibilmente in alluminio, mettiamola sul fuoco e mettiamo al suo interno due cucchiai di olio extravergine di oliva e 60 grammi di butto, una volta dissolto il burro gettiamo in padella i semi di finocchio facendoli rosolare per bene.

Appena sentite il profumo della rosolatura dei semi di finocchio aggiungetevi anche il salmone precedentemente e sapientemente tagliato a listarelle, abbiate cura di eliminare eventuali residui di pelle, scaldare e cuocere il salmone solo pochissimi minuti per evitare che si secchi a questo punto, aumentare la fiamma lasciate, inclinate la padella e versate un po’ di vodka sul bordo interno della padella ( non più di una decina di gocce) molto probabilmente l’alcol contenuto nella vodka prenderà fuoco, non vi spaventate in questo modo state effettuando una cottura flambé, fiammeggiate con la vodka, cercando se siete bravi a farlo di far saltare in padella il salmone.

A questo punto vi consiglio di moderare la fiamma aprite la panna e aggiungetela in padella mischiando il composto con un cucchiaio in legno, ora è la volta del tabasco, aggiungete poche gocce (salse come

Worcester o tabasco vanno usate in piccole dosi, a volte anche a gocce perché hanno sapori molto forti).

Spegnete la fiamma perché è ora di occuparsi della pasta.

Se avete seguito il nostro consiglio di mettere su l’acqua per la pasta prima di iniziare la preparazione allora l’acqua starà già bollendo salate e buttate la pasta, vi consigli di usare sempre tanta acqua per la pasta ed in questo caso cuociamo la pasta davvero al dente.

Riaccendiamo la fiamma della padella scoliamo per bene la pasta e poi buttiamola nella padella cosi da amalgamare per bene il composto con la pasta.

Con l’aiuto di un forchettone impiattiamo in piatti ben caldi e cospargiamo il piatto di prezzemolo che abbiamo precedentemente tritato per bene soprattutto il gambo.

Come ultima cosa prendiamo le fettine tagliate tipo carpaccio di salmone affumicato e adagiamole intere sulla pasta, contribuiranno a dare al piatto freschezza e naturalità rendendolo ancor più gustoso.

Colpo magico, potreste lavare e asciugare un’arancia e poi grattugiarne la buccia sulla pasta dareste un altro tocco di unicità freschezza e professionalità.

Vino da abbinare: vino bianco secco e morbido, Fiano di Avellino, molto freddo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *