Come diventano obesi i bambini ?

Come diventano obesi i bambini
Come diventano obesi i bambini

Volete sapere se i vostri bambini diventeranno dei ragazzi obesi già alla scuola media?
Date un’occhiata ai bimbi a 5 anni di età, cioè in età prescolare e avete una buona probabilità di predire il loro futuro. In uno studio pubblicato la scorsa settimana sul New England Journal of Medicine , i ricercatori dimostrano che circa la metà dei ragazzi che sono obesi, erano in sovrappeso già in età prescolare.L’essere in sovrappeso già a 5 anni di età rende quattro volte più probabile che questi ragazzi diventino obesi da adolescenti!

Quali sono le implicazioni per i genitori?

Le abitudini alimentari si formano durante l’infanzia. È importante creare quelle giuste abitudini alimentari fin dall’inizio. Decisioni innocenti come il succo di mela in un biberon può significare un’abitudine permanente di consumo di bevande zuccherate. Accontentarsi di un pasto semplice e fatto in casa quando si va fuori invece di esporre un bambino a una grande varietà di alimenti acquistabili al market che rovinano il gusto dei vostri figli.

Detto questo, se il vostro bambino è in sovrappeso, non significa automaticamente che sarà obeso. Solo la metà dei ragazzi in sovrappeso a 5 anni sono diventati obesi poi all’ottavo anno. Se tuo figlio è in sovrappeso, cerca una consulenza professionale di un ottimo nutrizionista per bambini. La cosa peggiore da fare è fare provare vergogna al vostro bambino rimproverandolo per il suo peso in eccesso. Nella maggior parte dei casi, i bambini non hanno bisogno di una dieta che miri alla perdita di peso, ma piuttosto far crescere il loro peso attraverso una corretta alimentazione ed dell’esercizio fisico. Poiché questi sono anni formativi, la correzione della rotta è da fare subito e in maniera decisa, è importante poi che voi come genitori diate il giusto esempio, non potrete infatti pretendere con autorevolezza di imporre al vostro bambino di bere acqua mentre state sorseggiando una bevanda gassata e zuccherata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *